Comitato Nazionale Celebrazioni Pucciniane
Sei in: Press Office > Convegno internazionale di studi. Giacomo Puccini 1858-2008

Convegno internazionale di studi. Giacomo Puccini 1858-2008

 

Lucca, 23-25 maggio
"IO VIVO UN PERIODO DI NERVOSITÀ". PUCCINI E L'OPERA DEL PRIMO NOVECENTO
Torre del Lago Puccini
4-6 luglio. METTERE IN SCENA PUCCINI, IERI E OGGI.
Torre del Lago Puccini
29-31 agosto. PUCCINI NEL CINEMA
Milano, 21-23 novembre
LA CRITICA E LA TRADIZIONE DELLE OPERE

Il Comitato Nazionale per le Celebrazioni Pucciniane, nato per decreto del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali in data 8 aprile 2004 e con l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, ha lo scopo di valorizzare, nell'interesse complessivo dell'umanità, l'immagine e la figura di Giacomo Puccini che rappresenta per la Toscana, per l'Italia, per l'Europa e per il Mondo intero un grande patrimonio di arte e cultura. Il Comitato prende vita in occasione del centenario della prima rappresentazione di Butterfly (1904-2004) e si protrae per tutto il 2008 andando a celebrare il 150° anniversario della nascita di Giacomo Puccini (1858-2008). Il Presidente, Cav. del Lav. Bruno Ermolli, ha proposto ed elaborato assieme a tutti gli enti membri un programma di celebrazioni che, nel 2008, coinvolgerà non solo l'ampio territorio pucciniano italiano più legato alla vita del Maestro ma che andrà ad approfondire l'influsso di Giacomo Puccini nel patrimonio culturale italiano ed europeo, dalla letteratura fino al teatro, dalla musica fino alla ricerca scientifica.

In questo contesto si colloca il convegno internazionale che il Comitato Nazionale presenta al pubblico in questo 2008. Un convegno che sarà realizzato avvalendosi della collaborazione del Comune di Lucca, della Fondazione Festival Pucciniano, del Conservatorio di musica G.Verdi di Milano. Un convegno che è curato e realizzato dal CENTRO STUDI GIACOMO PUCCINI, uno tra gli enti membri del Comitato che più di altri hanno dedicato la propria missione proprio alla ricerca, all'analisi ed all'interpretazione della portata culturale dell'arte pucciniana. Proprio il Centro Studi, infatti, cura assieme all'Archivio Ricordi, l'Edizione Nazionale delle Opere di Giacomo Puccini. Il Convegno porterà nel nostro Paese studiosi pucciniani provenienti dai centri di ricerca e dalle università più prestigiose coinvolgendo un intero globo dalla Germania fino all'UK, dall'Italia fino agli USA. Il Convegno si articola in quattro sessioni ognuna delle quali sarà ospitata nei luoghi che più di altri furono teatro di vita e di opera del Maestro (Lucca, città natale; Torre del Lago, città di ispirazione; Milano, città di formazione). Puccini precursore delle scelte drammaturgiche teatrali ed operistiche di inizio novecento, Puccini firma delle più prestigiose messe in scene contemporanee, Puccini precursore della narrazione cinematografica, Puccini visto con gli occhi della critica mondiale: questi i tempi principali del calendario convegnistico in programma per questo 2008.

"Questo convegno sarà una preziosa occasione per ribadire quanto Puccini sia davvero patrimonio della cultura italiana ed internazionale e sia riuscito, con la sua modernità, a raggiungere ed affezionare il più vasto pubblico di oggi come di ieri - afferma il Presidente del Comitato Nazionale, Bruno Ermolli. L'impegno scientifico del Comitato Nazionale è sempre stato supportato dal lavoro della Commissione storico scientifica che, assieme al Centro Studi Giacomo Puccini, ha contribuito alla valorizzazione del Maestro lucchese. Il Convegno, assieme alle mostre, ai concerti ed agli eventi che sono e saranno realizzati sul territorio, è il segno evidente dell'attenzione che il Comitato tutto ha prestato al più grande compositore del Novecento. Ringrazio, dunque, tutti i relatori che interverranno al convegno, la professoressa Gabriella Biagi Ravenni che ha coordinato il progetto scientifico e tutti gli enti che ospitano le quattro sessioni tematiche - conclude il Presidente Ermolli - ed invito il pubblico a lasciarsi affascinare dalla poliedrica figura del Maestro tanto quanto dalla sua musica in questo anno di celebrazioni"

Lucca, 10 maggio 2008