Comitato Nazionale Celebrazioni Pucciniane
Sei in: Novità > La Fondazione del Festival Pucciniano acquista un carteggio inedto

La Fondazione del Festival Pucciniano acquista un carteggio inedto

Un ritratto inedito di Giacomo Puccini, quello che emerge dal corposo ed interessante carteggio acquisito dalla Fondazione Festival Pucciniano e che diventa patrimonio della Fondazione: documenti legati alla vicenda umana e artistica e alle opere del grande compositore.
Una raccolta di lettere, telegrammi, cartoline quasi tutti inediti che contengono informazioni sulla personalita' di Puccini e dei rapporti con i suoi cari. 81 documenti originali provengono da Roma, conservati dai discendenti della famiglia Razzi: Ida Bonturi, sorella di Elvira moglie del Maestro Giacomo Puccini, fu infatti con il consorte Giuseppe Razzi per moltissimi anni tra i frequentatori piu' intimi, e quindi fra i corrispondenti piu' assidui del musicista. Tra i documenti di particolare interesse la lunga missiva inviata al fratello Michele in data 8 novembre 1890, con suggestive indicazioni sui gusti musicali dell'ancor giovane Maestro, e le otto lettere alla moglie Elvira. La rimanente parte dell'epistolario comprende le lettere a Giuseppe e Ida Razzi, sovente di lunghezza inusuale, e costituisce un utilissimo spaccato sulla vita e le cure quotidiane di Giacomo Puccini e della sua famiglia. Molto piu' che una curiosita' e' infine il biglietto originale del Piroscafo "Savoia" intestato ai coniugi Puccini per il celebre viaggio compiuto a Buenos Aires.

Il carteggio acquisito dalla Fondazione sarà pubblicato e messo a disposizione degli studiosi pucciniani. La prima pubblicazione sarà presentata il prossimo 22 dicembre in occasione della Celebrazione della nascita del Maestro. Con questa acquisizione la Fondazione Festival Pucciniano conferma il suo impegno nella valorizzazione del patrimonio del Maestro.