Comitato Nazionale Celebrazioni Pucciniane
Sei in: Novità > 110 anni di Bohème

110 anni di Bohème

1 febbraio 1896 - 1 febbraio 2006.
L'immortale Bohéme compie 110 anni.

"Giacomo Puccini ha messo in quest'opera tutta la sua bohème personale: la miseria e gli stenti degli studi milanesi, la baldoria e le giovani scorribande con gli amici di Torre del Lago, il sogno del successo. Ma c'è di più. Puccini ha messo in quest'opera sensazioni e sentimenti reali, senza eccedere in effetti né drammaturgici né musicali. Ha dipinto uno status intimo dell'uomo che non ha tempo, che è tipico del vivere di fine ottocento così come del 21° secolo. La passione per le piccole gioie della vita, l'amore senza trucco, l'attrazione ed il gioco della gelosia, le pene, la morte, sono sentimenti che la musicalità di Bohème rende veri e vivi al di là del tempo, sono tranche de vie che fanno di Puccini un genio immortale".

Bruno Ermolli
Presidente del Comitato Nazionale Celebrazioni Pucciniane